Gli agrumi e i loro benefici

Con il termine agrumi, il cui nome deriva dal loro sapore ‘agro', si intendono le piante coltivate appartenenti al genere Citrus e i loro frutti. La sottofamiglia comprende molte varietà e mutazioni naturali, di cui se ne trovano vari tipi in molte parti del mondo.

Gli agrumi principali sono il limone, l'arancia, il cedro, il mandarino, il bergamotto, il pompelmo e il chinotto. Uno degli agrumi più antichi, insieme al cedro e al mandarino, è il pomelo. Considerato l’antenato di tutti gli agrumi,, la sua forma è leggermente più schiacciata rispetto agli altri frutti appartenenti a questa famiglia.

Il sud dell’'Italia occupa un posto di rilievo nella produzione mondiale degli agrumi, con una quota attorno al 5% concentrata in Sicilia, dove si raggiungono i due terzi della produzione nazionale.

Gli agrumi sono stati i primi frutti ad essere utilizzati come “frutto terapeutico”. Fin dall’antichità, infatti, i marinai utilizzavano aranci e limoni per combattere la stanchezza e lo scorbuto (una forma di denutrizione dovuta dalla mancanza di vitamina C). 

Ideali per grandi e piccini, se ne consigliano buone porzioni in caso di diete sbilanciate, attività sportiva intensa e terza età. Contengono l’80-90% di acqua, piccole quantità di zucchero, in prevalenza fruttosio, e buone quantità di acidi organici, in particolare l’acido citrico.

Oltre alla vitamina C, gli agrumi contengono anche retinolo (che nell'organismo si trasforma in vitamina A), le vitamine B1, B2, B3 e dosi discrete di sali minerali come il calcio e lo zinco. Proprio per questa loro composizione, ancora oggi sono usati come rimedi naturali – specialmente in autunno e in inverno – per combattere raffreddori e le influenze tipiche della stagione. Sono inoltre indicati per stomatiti, gengiviti, malattie infettive e da carenza di vitamina A e C.

Limoni, arance e pompelmi sono tra gli alimenti che contengono la maggior quantità di fibre solubili, come la pectina che, grazie alla sua capacità gelificante, aumenta il senso di sazietà, rallenta la digestione, modula  l'assimilazione, tende a ridurre l’assorbimento del colesterolo e regolarizza la motilità intestinale. Esercita anche un effetto positivo sul sistema immunitario attraverso una funzione prebiotica, nutrendo la flora batterica.

Il limone è l’agrume più noto ed è tra i più coltivati. Contiene acido citrico, vitamine del gruppo B, C (in elevata quantità) e P, e sali minerali. La buccia contiene vitamina A (assente nella polpa), cumarine e flavonoidi. Tra tutti gli agrumi, è quello con il più basso contenuto di zuccheri. Il consumo regolare del suo succo, molto utilizzato come condimento in alternativa all'aceto, può aiutare ad abbassare il livello di zuccheri nel sangue. Inoltre, è dissetante, diuretico, battericida, antisettico, astringente, tonico del sistema nervoso. Grazie al suo contenuto di vitamina C, infine, il limone rafforza il sistema immunitario, combatte il raffreddore, il mal di gola e favorisce l'assimilazione del ferro.

Il consumo degli agrumi è prevalentemente crudo, sotto forma di spremute, ma non è raro l'impiego nelle ricette che ne prevedono la cottura o sotto forma di conserve. Del frutto non si butta via niente: anche la buccia, infatti, può essere utilizzata in cucina. La buccia degli agrumi di Sicilia, che non sono trattati e si contraddistinguono per il loro profumo intensissimo, può essere grattugiata direttamente su piatti di carne o pesce e negli impasti di pasticceria, aggiungendo così una nota di freschezza alle pietanze.

Inoltre, fin dai tempi più antichi, gli agrumi sono stati alleati della bellezza. Ad esempio l’olio essenziale di neroli, prodotto dalla distillazione dei fiori di arancio amaro e contraddistinto da una fragranza simile a quella del bergamotto, era usato per profumare saponi per il bagno e creme per le mani. Ancora oggi è la base di molti profumi, insieme all’essenza di bergamotto. Inoltre, l’estratto di neroli, combinato al pompelmo, è utilizzato per creme idratanti e nutrienti. Usando il succo di limone puro dopo lo shampoo, invece, si otterranno capelli lucidi e setosi.

Insomma, gli agrumi sono d’aiuto per la cura e la bellezza del nostro corpo, un vero e proprio regalo della natura.