Negli ultimi 40 anni le abitudini alimentari degli Italiani sono cambiate notevolmente. Condizioni economiche migliori ed un tenore di vita più elevato hanno permesso il consumo di prodotti più rari e raffinati: da un lato sono scomparse le carenze nutrizionali di una volta, dall'altro hanno esposto tutte le persone, che mangiano più del dovuto, a gravi problemi per la salute: obesità, malattie cardiovascolari, ipertensione, diabete, ecc.

L’obesità è uno dei principali problemi della salute pubblica del millennio. La colpa? Mode alimentari che arrivano da altri paesi, ricche di zuccheri, di fritture e povere di verdure e fibre.

Troppa pubblicità che influenza il gusto e/o la scelta dei cibi degli adulti e ancor più dei bambini. Madri che, per stanchezza o per pigrizia dopo una giornata di lavoro, prediligono cibi preconfezionati sicuramente appetitosi e di facile preparazione, ma ricchi di grassi, calorie e con uno scarso apporto di principi nutritivi. Tutto questo contribuisce a generare chili in più, a creare imbarazzo e disagio, spalancando la porta a molte malattie.

La dieta deve essere varia e garantire all'organismo tutti i nutrienti di cui necessita: proteine, grassi, zuccheri, vitamine, sali minerali, fibre vegetali ed acqua.

Il “modello” alimentare che nel corso degli anni si è venuto a delineare come il più appropriato in termini di rischio e prevenzione delle malattie in generale e dell’obesità è quello Mediterraneo.

Povera di acidi grassi saturi e di proteine animali, ricca di carboidrati, fibre e antiossidanti naturali, la Dieta Mediterranea è riconosciuta universalmente per i suoi benefici su salute e linea. Questo regime alimentare si basa sul consumo di prodotti della tradizione mediterranea alimentare: cereali (pane, pasta, polenta), latte e derivati, pesce, frutta, ortaggi, legumi e olio d’oliva. Alimenti semplici, genuini, colti nella loro stagionalità, ricchi di antiossidanti, antiradicali liberi e di grassi soprattutto insaturi. Alimenti con proprietà antinvecchiamento, ideali per tenere a bada i livelli di colesterolo, la pressione arteriosa, la glicemia e per mantenere in salute cuore, cervello, arterie e vene.

Gli alimenti della tradizione mediterranea si prestano molto bene ad essere presentati come «piatti unici» (ad esempio: pasta e fagioli, pasta con ragù, pizza, spezzatino con patate) e pertanto da soli sono in grado di fornire quasi tutto l’apporto nutritivo di un pasto completo. Per bilanciarlo al meglio, è sufficiente l’integrazione di verdura e frutta fresca.

Da un’alimentazione corretta ed equilibrata dipende il giusto accrescimento, l’efficienza lavorativa, la resistenza alle malattie, la qualità e la durata della vita.